DA 50 ANNI, PER SEMPRE

Biografia > I nomadi > Massimo

Massimo Vecchi

Massimo nato a Reggio Emilia nel 1970, all'età di sei anni dimostra una passione totale per qualsiasi cosa che emetta un suono, la madre capta questa passione viscerale per la musica e iscrive Massimo al conservatorio "Achille Peri" di Reggio Emilia.

Ma le regole di una scuola importante non fanno per lui al che comincia un pellegrinaggio alla ricerca della passione cosa che Massimo trova al "Cepam" di Reggio Emilia grazie ad un grandissimo insegnante Tiziano Bellelli, e poi affina al "CPM" di Milano con il grandissimo e compianto Stefano Cerri.

Nel 1998 dopo 15 anni di esperienze con chiunque fosse stato assalito dalla "passione", riceve la fatidica telefonata da parte di Cico Falzone e l'invito ad unirsi alla "storia" della musica leggera i Nomadi. Il resto è storia di vita per gli ultimi 13 anni di Massimo 13 anni vissuti nell'accrescimento totale sia come uomo che come musicista grazie all'affetto degli amici dei Nomadi e grazie alle esperienze maturate con i Nomadi. Dal gennaio 1998 è bassista e anche voce dei Nomadi.

Biografia > I nomadi > Sergio

Sergio Reggioli

Sergio nato a Recanati nel 1970, la passione per la musica del padre lo porta già a sei anni ad avere i primi approcci con il violino. All'età di otto anni frequenta già il conservatorio "G.Rossini" di Pesaro come uditore, per poi entrare come allievo sotto la guida della prof.ssa Ottavi Paola con la quale arriverà fino al conseguimento del diploma nel 1993.

Dopo un percorso nella musica classica con corsi di perfezionamento con i maestri Sàndor Vègh e Carlo Chiarappa ha allargato i suoi orizzonti musicali verso il genere che lo affascinava di più senza mai rinnegare il mondo della musica classica, iniziando ad interessarsi alla musica rock e pop del panorama italiano ed internazionale. Ha frequentato 2 corsi presso la scuola di musica "CET" di Avigliano Umbro, come compositore ed autore.

L'incontro con Giuseppe Gismondi, cantautore ed eclettico chitarrista marchigiano, si rivela decisivo per lo sviluppo musicale lo portano ad approfondire un mondo musicale fino ad ora poco esplorato, dove il violino diventa protagonista con nuove sonorità e sperimentazioni melodico-armoniche sviluppando interesse per la musica popolare di diverse etnie.

Dall'ottobre del 1998 fa parte dei Nomadi come violinista, percussionista, chitarrista e anche voce.

Biografia > I nomadi > Cico

Cico Falzone

Cico nato a Porto Empedocle nel 1956 è un musicista nel cuore e nell'anima. La prima volta che la sua strada incrocia quella dei Nomadi è stata molti anni fa con l'amico Flaco Biondini in un paesino nel parmense e rimane vivo il ricordo da quella sera il desiderio di essere uno di loro. In quel periodo si esibiva con cantanti famosi e non, con orchestre, lavorava in sala di registrazione, insegnava musica continuando a studiare, ha fatto anche il cantante di piano bar.

Poi e' arrivata la telefonata di un amico impresario e il contatto con i Nomadi: il provino a tavola a casa di Beppe con Augusto e Dante. Il primo luglio del 1990 davanti al fantastico pubblico dei Nomadi, il primo concerto non da spettatore a Novellara.

Emozionante e coinvolgente come quello che aveva assaporato, nel grande desiderio, in un paesino del parmense insieme ad un amico, inconsapevoli che la loro amicizia avrebbe preso forza anche da qualche bella e poetica canzone che suonano, anche se in palchi diversi. Dal luglio del 1990 è chitarrista e anche voce dei Nomadi.

Biografia > I nomadi > Beppe

Beppe Carletti

Beppe nato nel 1946 a Novi di Modena, sposato, due figli, tre nipoti, è Nomade da 50 anni. Ha iniziato a studiare musica a 9 anni e la fisarmonica è stato il suo primo strumento. Beppe si sente molto fortunato perché la sua passione per la musica è diventata una professione.

Nomade a tutti gli effetti, ama viaggiare, le sue vacanze sono viaggi umanitari e di solidarietà in giro per il mondo, dove porta gli aiuti dei fan dei Nomadi. Il 20 settembre 1997 la United Artists for Peace, in occasione del II Festival per la Pace, ha consegnato al gruppo il Premio "Artisti per la Pace 1997". Il 25 maggio 2003 l'Associazione Marcia degli Angeli di Foligno consegna a Beppe la Medaglia d'oro di "Cavaliere dell'infanzia". Il 18 febbraio 2005 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nomina Beppe Cavaliere della Repubblica. Nel dicembre del 2006 La Camera di Commercio di Reggio Emilia, ha conferito a Beppe il premio Regium Lepidi.

Co-fondatore del gruppo nel 1963 è tastierista e fisarmonicista dei Nomadi.

Biografia > I nomadi > Cristiano

Cristiano Turato

Sono nato a Padova nel 1973,anno della scomparsa del mito Bruce Lee e in cui si fece la prima telefonata da un cellulare portatile.
Comincio a suonare la chitarra classica e ad usare il computer da bambino grazie ai sacrifici dei miei genitori e da loro,al mio dodicesimo compleanno,ricevo la mia prima chitarra elettrica.
Studio canto moderno e chitarra perfezionandomi e nascono così le mie prime canzoni che faranno da contorno al mio primo vero concerto in quel 31 dicembre carico di emozione dove iniziò di fatto il mio viaggio alla scoperta della musica.
Negli anni successivi suono,studio pianoforte,basso elettrico e mi interesso di armonia partecipando a molti seminari che aprono di fronte a me orizzonti fino allora sconosciuti.
Nello stesso periodo mi dedico alla computer music e a tutto il mondo dei sintetizzatori analogici e conosco il mio amico Alberto Roveroni in quegli anni owner della Fabbrica del suono (ora la mia base),con cui inizio a fare esperienza come assistente di studio e arrangiatore cercando di carpire il più possibile i segreti del mondo della registrazione.La mia musica nel corso degli anni cambia,cresce e si trasforma toccando mondi diversi e con Luca Sartori,Stefano Miozzo e Daniele Facci porto in giro un progetto “Madaleine” che riassume il percorso di tanti anni in un elettro-rock.
Nel Febbraio 2012 vengo chiamato dai Nomadi a sostituire il cantante precedente e presentato a Novellara al bellissimo Tributo ad Augusto Daolio.

Biografia > I nomadi > Daniele

Daniele Campani

Daniele nato a Reggio Emilia nel 1961, com'è diventato un "Nomade"? semplicemente lo è sempre stato e non lo sapeva. E il problema era di tutto quel mondo allora conosciuto che ha accompagnato la sua vita: nessuno voleva ficcarselo in testa!! Vai a capire tu di portare pazienza, che prima o poi il destino si sarebbe compiuto.

Quell'orribile, assordante strumento senza garbo che è la batteria sarebbe stato il suo biglietto di partenza nel 1990 per il nuovo mondo. 1990, appunto... l'incontro con Augusto e Beppe. Neppure loro sapevano che lui ero un "Nomade" nato. In quel periodo Daniele era un giovane dai modi gentili e pacati, padre di famiglia, tutto casa e lavoro. Il lavoro poi era tutto un programma: "Copywriter", letteralmente scrittore di testi pubblicitari; un pubblicitario insomma. Ama la natura, la terra, la pesca, fortemente attaccato alle sue radici.

Dal 1990 è il batterista dei Nomadi e l'ideatore di tutte le loro copertine.

Nomadi in Pillole

Notizie flash

07 Ottobre 2014 | 00:10
SMS: 22 anni fa ci ha lasciato un Grande Uomo, un Grande Artista, Un Amico ed ha lasciato un vuoto incolmabile! Voglio ricordarti così... Ciao Ago. Beppe Carletti
Beppe

14 Maggio 2014 | 07:05
SMS: 22 anni sono passati, sembra ieri. Il tuo sorriso, la tua goliardia e la tua voglia di vivere per sempre rimarranno nel mio cuore.
Beppe